Il primo tatuaggio, e la conquista del mio corpo.

Se i vostri figli (maggiorenni) vi chiedono il permesso di farsi un tatuaggio, lasciateglielo fare!

Voglio condividere la mia esperienza personale. Sono cresciuta in una famiglia splendida, con dei genitori fantastici, però molto ostili all’idea del tatuaggio. E ringrazio quel giorno che ho deciso per la prima volta di ignorare il divieto. Nonostante lo sguardo di disapprovazione l’ho fatto lo stesso e pochi giorni dopo sono rientrata nelle loro grazie.

Ma perché ringrazio il mio primo tatuaggio? Perché per la prima volta ho avuto la chiara sensazione che potevo disporre del mio corpo come volevo, era mio, e volendo potevo scriverci sopra qualcosa che sarebbe rimasto lì fino alla morte (o fino al laser).

Va bene lo so è un po’ strana questa cosa, e forse l’ho vissuta solo io, mi farete sapere. Però essendo cresciuta come una bambina particolarmente ubbidiente ho sempre sentito un forte senso del dovere verso i miei genitori, e questo impediva di sentirmi padrona di me stessa, come se una parte dovesse continuare a sottostare alle regole familiari. Il mio corpo sfuggiva dalla mie mani, e farmi il tatuaggio me lo ha restituito.

Sono tornata a casa con un grande senso di soddisfazione, avevo finalmente conquistato il primato sul mio corpo, avevo un sorriso beato sulla faccia che diceva “ecco non potete più vietarmi nulla”, beh più o meno, provo ancora un leggero timore quando torno a casa con un nuovo tatuaggio 🙂

Un’esperienza molto simile l’ho avuta con il muay thai, è una boxe thailandese, e vi assicuro che uno sport del genere vi farà sentire più vivi che mai. Con i primi pugni, ricevuti e dati, la consapevolezza di me, di essere una coscienza profondamente incarnata, indivisibile dal proprio corpo, è cresciuta notevolmente. Non avevo più dubbi, il mio fisico non era un’illusione, Cartesio è stato distrutto, come il suo dualismo tra mente e corpo.

una coscienza profondamente incarnata, indivisibile dal proprio corpo

La percezione completa di me stessa come donna che vive tra gli uomini, senza più dubitare di essere una mente dentro un robot, la devo non tanto ai libri di filosofia, quanto al mio primo tatuaggio e alla boxe.

Alla prossima!

Un pensiero riguardo “Il primo tatuaggio, e la conquista del mio corpo.”

  1. Io invece ringrazio di non essermelo fatto quando, giovanissimo, me ne venne il desiderio. Tra l’altro all’epoca era una vera trasgressione, non era una moda come oggi. Sono cambiato così tanto da allora che pure la mia visuale sul mondo e sul mio corpo si è evoluta!
    L’estate scorsa in spiaggia notavo che tutti, davvero tutti i giovani hanno un tatuaggio… ed ho sorriso pensando a come quei disegni cambieranno con il tempo e saranno percepiti con i capelli bianchi.

    Saluti.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...