Il Natale, i consigli per resistere alle sue tentazioni e non farsi ingannare dagli addobbi luminosi

E’ arrivato il Natale, le luci si accendono, le case diventano più accoglienti, il cibo si fa più calorico e io inizio a paragonare il mio albero con quello degli altri (ovviamente il mio è quasi sempre il migliore). Uno dei momenti più belli è quello dello scambio di regali, non vedo l’ora di scartare pacchettini colorati, e non mi importa molto del contenuto, può trattarsi anche di una scatola di Ferrero Rocher (comunque superlativi) e sono felicissima come una bambina solo per aver ricevuto qualcosa. Tutto è fantastico e patinato, e se la tua famiglia va d’amore e d’accordo anche il pranzo sarà una vera goduria.

C’è una MA, c’è sempre un ma per una persona ottimista e positiva come me, non posso provare questa serenità delle feste senza guardare il tutto con sospetto, non mi faccio di certo ingannare io, lo so bene che da qualche parte si nasconde la fregatura, silenziosa e mimetizzata tra tutte queste luci bellissime e calde. Non posso semplicemente lasciarmi trasportare dalla dolcezza delle feste, certo che no, o non mi riconoscerei più.

La fregatura sta nell’illusione, è come una bolla di sapone bellissima che dura pochi secondi e poi svanisce in un delicato pouff. Le feste natalizie cercano di distrarti dalla fine di un anno, e l’inizio di un’altro, è un ponte tra i due, e quando arriva la fatidica epifania ti trascini a togliere tutti gli addobbi con una certa malinconia e una sensazione di vuoto immediato.

E’ proprio questa sensazione di vuoto che ormai conosco bene e che si ripete inesorabilmente ogni anno che mi impedisce di abbandonarmi totalmente alle festività, rimango sempre in allerta, evito l’illusione, cerco di stare più vigile possibile.

Funziona?

No assolutamente no! Sono un po’ triste ogni epifania ma per quanto io resista, il natale è invadente e con il pandoro sferra l’ultimo attacco portandomi dalla sua parte, mi corrompe e mi spinge a comprare cose oro e rosso con pailettes ogni anno e riempire la casa di stupende lucette colorate!

E come dimenticarci dei regali? Tanto amati nel momento in cui si ricevono e tanto odiati quando ci si avventura nella loro ricerca. Per alcuni un piacere per altri un gravoso obbligo annuale come ci spiega bene Sheldon Cooper:

 

Vi lascio dopo queste riflessioni profondissime, e la prossima volta proverò ad affrontare seriamente qualche altro argomento (ad esempio: fare una lista di cose che avremmo voluto cambiare quest’anno ma non ci siamo riusciti), oggi piove e contrasto il grigiume della giornata così!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...