Come evitare il panico da Fine Anno e fare il punto della situazione con serenità.

L’abitudine di fare il punto della situazione a fine anno, è meno banale di quanto si pensi. Ho evitato di farlo, lo ammetto, soprattutto durante un paio di anni in cui volevo fuggire alla vocina insistente che mi ripeteva “anche quest’anno non hai combinato nulla!”. Questo subdolo e molto saggio pensiero ha prevalso da un po’ di tempo ormai, e mi ha reso più consapevole rispetto agli obiettivi personali e lavorativi che voglio raggiungere a breve termine.

Ritengo sia importante pensare a tutto quello che si vuole ottenere in forma di determinati obiettivi da raggiungere entro un ristretto arco temporale, come può essere l’anno, piuttosto che 10 anni. Questo permette di schivare un certo senso di incertezza e paura che l’immagine del futuro tende simpaticamente a restituire.

Ma torniamo a me che sono più interessante e poco egocentrica. I primi del mese di Gennaio 2017 mi sono detta ad alta voce e in modo chiaro, che quest’anno sarebbe stato diverso e pieno di cambiamenti, sarebbe stato il migliore (calcolando inoltre l’improbabilità di altri due lutti in famiglia ravvicinati).
Lo è stato!
La causa non è la formula magica e auto convincente nel dire I can do it di fronte lo specchio, ma una volontà profonda e reale di ottenere quello che mi aspettava.

Ero convinta, determinata e soprattutto ho iniziato ad agire immediatamente. Dopo aver focalizzato i miei obiettivi, ho cercato i modi per raggiungerli, e mi sono mossa in una direzione a scelta.

Un consiglio che mi sento di offrire, è di mettersi a tavolino con carta e penna e post it , a ridosso di capodanno, e scrivere:

  • gli obiettivi di cui siamo stati felici di raggiungere nell’anno appena finito;
  • quelli che vorremmo raggiungere entro la fine del prossimo;
    • Attorno a questi macro obiettivi (che può essere un cambiamento, smettere di fumare oppure ottenere la promozione) attaccate attorno dei post it con scritti sopra i micro obiettivi, cioè tutto quello che bisogna fare per avvicinarsi al macro obiettivo. Ne verrà fuori una mappa come questa (un consiglio efficace che ci propone anche Mel Robbins, una famosa coach americana)

 

dav

Una volta fatta, magari più carina e colorata, appendetela, e ogni volta che avete portato a compimento un micro obiettivo strappate il post it e buttatelo via.

Può sembrare un’operazione inutile per molti, ma non per tutti è facile visualizzare in modo ordinato ciò che si vorrebbe, e quantificare, scrivere, sono tutti trucchi molto semplici per rendersi più consapevoli e motivati.

Ho deciso che fosse un anno intenso, e l’ho realizzato, ho capito che dipendeva tutto da me. Ora si avvicina capodanno, e cerco nuovamente di capire cosa voglio ottenere entro la fine del 2018: ad esempio voglio andare ad un bel concerto, cosa mi consigliate? PS: Sono molto Rock…

Alla prossima e Buone Feste!

 

 

 

3 pensieri riguardo “Come evitare il panico da Fine Anno e fare il punto della situazione con serenità.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...