Fa così scalpore la normalità?

Prendo la novità gossip di Keanu e la nuova fidanzata Alexandra solo come spunto di riflessione, la mia reazione di fronte ai social, blog e giornali online è questa:

Fa così scalpore la normalità*?

Vedo la nuova coppia che si è formata e penso, oh che bello ha trovato l’amore anche Keanu! Sì perché tutti siamo vittime del suo fascino e della sua storia personale drammatica, e tutti facciamo il tifo per lui, per la sua felicità e il suo karma.

E improvvisamente mi trovo a leggere un sacco di giudizi su Alexandra, questa persona, e ribadisco persona, non donna, o femmina o femminista o brutta o bella o vecchia o giovane o grigia o bionda o…. ma solo PERSONA, che viene ridotta a mille etichette che fanno comodo al mondo gossip che per fare scalpore si scaglia contro la normalità.

La normalità di una relazione tra due persone. Fa scalpore cosa di preciso? La differenza tra i due? Perché ci sono persone identiche nel mondo? Non siamo forse fatti di differenze? Ah ok e perché non è gnocca, come ho fatto a non capirlo, seguiamo un personaggio pubblico e abbiamo l’arroganza di sapere con chi preferisce stare insieme: belli con belli brutti con brutti, prendi la clava amore e portami la cena.

Mi pervade un forte pessimismo per la nostra società di fronte a questi eventi, siamo esseri umani arroganti, che abbiamo la pretesa di conoscere tutto, di creare e inventare grandi tecnologie, che potrebbero farci vivere in eterno, viaggiare nel tempo e nello spazio, e in tutto questo quanta saggezza ci è rimasta?

La saggezza è saper stare con la differenza senza voler eliminare la differenza.


Gregory Bateson

Mi sembra poca.

Io sono una persona prima di tutto, con diritti e doveri uguali a tutte le altre persone, con una libertà tale finché non lede quella altrui, e prima di giudicare assecondando i miei pregiudizi, dovrei chiedermi: vorrei che venisse fatto a me? Una regola semplice che la mamma mi ripeteva spesso, per farmi comprendere e apprendere il rispetto per l’altro.

Fermiamoci dieci secondi a riflettere prima di cliccare invia su un commento cattivo, domandiamoci quali ripercussioni avrà sugli altri, assumiamoci la responsabilità delle nostre opinioni e soprattutto delle nostre azioni.

La libertà di espressione non è assoluta, lo è solo di un uomo che vive in un’isola deserta.

*Normalità, è un termine che non mi piace, complesso e che andrebbe approfondito, in questo caso utilizzato nella sua accezione di senso comune.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...